dal lato

del paesaggio

labo dell’associazione onlus “il paesaggio chiama”


Un’azione dal basso per sottrarre paesaggio-ambiente-territorio-luoghi alla logica economica del mercato e per ridare bellezza a questo paese ed alla gente che lo abita. La bellezza è un diritto. Non è un tema per la nostalgia, ma per lo sguardo di tutti i giorni e di ogni cittadino, è l'elemento che predispone alla conoscenza, alla creatività, ad una maturità civica che non è compatibile con un habitat degradato.
La bellezza è essenziale nelle nostre vite, è un bene comune non negoziabile, che è strettamente connesso alla qualità della vita sociale e economica della comunità. "La bellezza salverà il mondo" affermava il Principe Miškin nel romanzo "l'Idiota" di Dostoevskij. Ma la bellezza salverà solo coloro che hanno gli occhi per vederla. E che magari decideranno di impegnarsi per non perderla.






"Solo gli occhi sono ancora capaci di gettare un grido"Solo gli occhi sono ancora capaci di gettare un grido.""Solo gli occhi sono ancora capaci di gettare un grido."."

La maggior parte dell'interpretazione di un paesaggio proviene dall’osservatore e quindi il nucleo di ciò che si esprime al suo interno sta proprio in quell'invisibile, in ciò che non vediamo, nelle ombre o nell'associazione silenziosa.







"Solo gli occhi sono ancora capaci di gettare un grido"Solo gli occhi sono ancora capaci di gettare un grido.""Solo gli occhi sono ancora capaci di gettare un grido."."